itinerario viaggio thailandia
ASIA,  Thailandia,  VIAGGI

Thailandia: itinerario di 17 giorni + consigli pratici

“L’ideale per te è essere sempre in movimento. Se vivi sempre nello stesso posto il tuo cervello smette di funzionare.”

T. Terzani

La Thailandia è stata a lungo la meta dei sogni, la meta da “bucket list” come si suol dire, un luogo incantato tra templi e spiagge da capogiro. Un viaggio all’insegna del movimento che ha mostrato i lati positivi e negativi di un Paese con fame di crescita, a volte contraddittorio e diviso tra presente e passato.  Finalmente era arrivato il momento di fare un tic alla mia lista di destinazioni da vedere almeno una volta nella vita.

La Thailandia è stata un pò come me l’aspettavo, ciò che invece ha superato le mie aspettative è stato l’incontro con le persone e le meravigliose esperienze di  vita che ho avuto modo di fare. Rimarranno per sempre tra i miei ricordi di viaggio migliori. Per chiunque in procinto di organizzare un viaggio in Asia, consiglio caldamente di provare il più possibile a vivere esperienze in loco. Questo è l’unico modo per immergersi veramente nella cultura locale e imparare da gente del posto qualcosa di nuovo sul Paese visitato.

Itinerario di Viaggio in Thailandia

13 maggio: arrivo a Chiang Mai da Kuala Lumpur

14 maggio: visita templi di Chiang Mai e giro nella Old City / pomeriggio relax con pacchetto SPA presso Giving Tree

15 maggio: esplorare Chiang Mai fuori dalle mura della Old City / sera giro per il Night Bazaar

itinerario viaggio thailandia
Night Bazaar Food Stalls Chiang Mai

16 maggio: visita dei più importanti templi di Chiang Mai: Wat Phra Singh e Wat Chedi Luang / pomeriggio con gli elefanti di Maerim Elephant Sanctuary

17 maggio: mattino dedicata alla Cooking School presso Thai Farm Cooking School / pomeriggio di relax a spasso per il centro

18 maggio: visita a Chiang Rai e visita del White Temple, breve giro in città prima di ripartire

19 maggio: visita alle cascate di Huay Kaew e shopping in zona Nimmanheim

20 maggio: partenza per Phuket

21 maggio: relax spiaggia del resort e spiaggia di Nai Harn / serata a Patong beach

22 maggio: spiaggia di Nai Harn

23 maggio: partenza per Krabi – Railey Beach

itinerario viaggio thailandia
Paesaggio Phuket

24 maggio: escursione a Bamboo Island, Monkey Beach, Phi Phi Don e Leh, Maya Bay (attualmente ancora chiusa per lasciare alla natura rigenerare l’ecosistema dei coralli) e Viking Caves.

25 maggio: relax nelle spiagge di Railey

26 maggio: partenza per Bangkok / pomeriggio visita a Wat Arun

27 maggio: visita al Grand Palace e Wat Pho con in seguito spettacolo teatrale di danze tipiche thailandesi / pomeriggio giro in zona Siam Square

28 maggio: visita al Railway Market a Maeklong / pomeriggio di relax in piscina dell’hotel

29 maggio: visita a Erawan Waterfalls

30 maggio: visita al sito UNESCO di Ayutthaya

31 maggio: mattino giro a Chinatown / pomeriggio partenza per Kuala Lumpur

Vibrante Chiang Mai

Chiang Mai è la seconda città più importante della Thailandia dopo Bangkok. La città è nata nel  1296 come capitale dell’Impero Lanna. La Old City accoglie ancora le vestigia delle fortificazioni che circondavano la parte antica. Ci sono almeno 300 templi a Chiang Mai, tanti quanti a Bangkok! I templi di Chiang Mai esprimono al meglio la tradizionale arte e architettura Lanna, celebre per l’uso del legno di teak. Questo viene lavorato minuziosamente fino a creare delle meravigliose opere d’arte. Non solo templi ma anche nelle abitazioni è possibile ritrovare l’uso di questa antica arte, al quale spesso viene aggiunto un tocco di modernità. I templi che sicuramente meritano una visita sono: Wat Phra Singh e Wat Chedi Luang. A me sono piaciuti molto anche i templi di minore importanza sparsi per la Old City, quindi non seguite troppo la guida e perdetevi tra le meraviglie di Chiang Mai!

Chiang Mai è la meta perfetta per chi ama la cultura, l’arte e il buon cibo. Non mancano musei, templi e tanta storia ma sicuramente si tratta di una città che sa stare al passo con i tempi. Infatti, le occasioni di svago ci sono a qualsiasi ora del giorno. Chiang Mai pullula di coffee shops, ristoranti di cucina locale e internazionale, pub e bar dove provare birre e cocktails di tutti i tipi. La città è davvero internazionale e si adatta facilmente a tutti i gusti. Chiaramente, come qualsiasi città thailandese che si rispetti, c’è l’imbarazzo della scelta in quanto a mercatini e negozi. In particolare il Night Bazaar e il Sunday Walking Street sono perfetti per chi ama lo shopping o vuole semplicemente approfittarne per comprare qualche souvenir.

Esperienze da vivere a Chiang Mai

Durante la mia permanenza a Chiang Mai ho avuto modo di trascorrere mezza giornata in un santuario di elefanti e dedicare una mattinata all’esplorazione della cucina thai durante una cooking class. Consiglio vivamente di provare questo tipo di esperienze, facendo attenzione a quali tour si prenotano e che abbiano un impatto positivo e diretto sulla comunità locale e/o sulla condizione e trattamento degli animali. Lascio i nomi delle organizzazioni che ho trovato ottime:

itinerario viaggio thailandia
Santuario Elefanti Maerim

Consiglio da più o meno esperta in turismo: viaggiate in bassa stagione o a ridosso dell’alta e bassa stagione (maggio è perfetto per la Thailandia). In tal modo, l’impatto del turismo su una destinazione è meno forte sia dal punto di vista ambientale ma anche sociale. A chi piacciono le masse di gente tra le bancarelle o in varie attrazioni turistiche come i templi? Nessuno, per evitare ciò non viaggiate nel periodo novembre-aprile! In più troverete sconti e offerte per i vari tour che vi verranno proposti.

Escursioni giornaliere da Chiang Mai

Escursione giornaliera possibile da Chiang Mai (solo se amate lunghi viaggi in bus) è Chiang Rai e il White Temple. Il viaggio dura 3 / 4 ore con partenza dalla Chiang Mai Bus Terminal 3. Il White Temple o anche Wat Rong Khun è un tempio spettacolare e allo stesso tempo molto particolare. E’ un tempio di recente costruzione (1997) nel quale l’architetto Charlermchai Kositpipat mescola motivi moderni con riferimenti alla pop-culture con tradizionali motivi iconografici religiosi. Non sorprendetevi se all’interno troverete Batman o Michael Jackson raffigurati alle pareti. C’è una spiegazione simbolica che consiglio vivamente di leggere qui: https://www.renown-travel.com/temples/symbolism.html

itinerario viaggio thailandia
White Temple Chiang Rai

 

Dove dormire a Chiang Mai? Consiglio di stare nella zona della Old City o comunque non troppo distante. L’hotel dove sono stata Thannatee Botique Hotel è decisamente perfetto in quanto a posizione e un’ottima struttura in generale (colazione e servizio navetta aeroporto incluso)

Codice sconto Booking.com del 10%: http://www.booking.com/s/27_8/d94c4974

Le meraviglie di Phuket e Krabi

Old but Gold Phuket

Dopo giorni intensi trascorsi in città, era giunta l’ora di un po’ di mare! Phuket e Krabi sono le destinazioni di spiagge da sogno tra la più celebri al mondo.

itinerario viaggio thailandia
Nai Harn Beach

Sin da subito mi ha colpito il paesaggio montagnoso e i vari isolotti verdeggianti che frastagliano la costa delle due località. Il mar delle Andamane è limpido e caldo, facile non rendersi conto del trascorrere delle e perdersi a nuotare o fare snorkeling tra le sue acque.

Come già ho detto non amo le masse di gente, per cui ho optato per una spiaggia relativamente distante da Patong Beach: Nai Harn. Non c’è molto da fare qui, a parte qualche ristorantino lungo la spiaggia e un paio di locali. É una zona molto tranquilla, perfetta per chi cerca totale relax e di staccare la spina da tutto.

 

Consiglio un Jungle Beach Resort Baan Krating Phuket, si trova a 15 min a piedi da Nai Harn. Di giorno è piacevole farsi la passeggiata ma di notte, senza luci lungo la strada e salite varie non è il massimo. Consiglio caldamente di noleggiare uno scooter in loco per muoversi a Phuket con più libertà. Wifi gratis è disponibile sono nella zona ristorante, non nelle camere.

Selvaggia ed esclusiva Railey Beach

Krabi mi ha colpito di più rispetto a Phuket. Per essere più specifici, la zona dove ho scelto di alloggiare si chiama Railey Beach. É una zona di Krabi che si raggiunge solo via barca. Questo distanza dalla terraferma, le dona un’aura magica, di un luogo appartato distante dal mondo, dove immergersi nella bellezza dei paesaggi selvaggi in un’atmosfera thai-rasta. Railey Beach si divide in zona East e West.  L’hotel migliore della vacanza è sicuramente stato quello che ho trovato qui: Sunrise Tropical Resort.

In questi quattro giorni a Railey Beach ho avuto modo di fare un’escursione giornaliera che mi ha portato alla scoperta delle Phi Phi Islands, Bamboo Island, Monkey Beach, Maya Bay (chiusa ai turisti fino a data da destinarsi per permettere alla barriera coralline di “riprendersi”) e infine delle Viking Caves. Ci sono sempre tante compagnie che offrono pacchetti vari, quello standard è più o meno quello che include queste attrazioni.

Caotica e vivace Bangkok

Bangkok è un pò come mi è sempre stata descritta: un caos! Adoro la pace e la tranquillità e quindi Bangkok è stata un po’ “troppo” per me. Il rapporto con questa pazzesca città è iniziato non troppo bene a causa di qualche scam che ho avuto modo di subire. Anche se ci si prepara mentalmente a questo tipo di cose, non si è mai davvero pronti al 100%. Attenzione quindi a tassisti e tuk tuk che vi promettono di portarvi in un determinato posto ma che poi non è esattamente quello. Una volta capito come gestire questo tipo di spiacevoli situazioni, la città ha iniziato a mostrare la sua unicità e bellezza.

Mi ha incantata la visita dei templi di Wat Arun, Wat Pho con il Reclining Buddha e del Grand Palace. Wat Arun è il tempio più originale che ho visto durante la mia vacanza thailandese, mentre il complesso del Grand Palace è a dir poco enorme, scintillante e trasuda opulenza ad ogni angolo. Interessante la storia che si cela dietro a ogni singolo wat (=tempio), l’importanza delle relazioni con i Paesi confinanti alla Thailandia nel corso dei secoli e che hanno lasciato una traccia nell’architettura stessa del tempio. Da non scordare la visita nelle vicinanze di Wat Pho con il famosissimo Buddha gigante disteso. Vale la pena entrare solo per vedere questa magnifica opera d’arte della lunghezza di ben 46 metri!

Bangkok ha davvero molto da offrire ma a parer mio bisogna scegliere cosa interessa di più visitare in modo da non stancarsi troppo e godersi la città. Un giro in zona Siam Square dove si trovano tantissimi shopping centre è consigliato. Permette di dare uno sguardo alla modernità e alla parte più giovane e vibrante della città. Chinatown è un’altra tappa da non scordare! La Chinatown di Bangkok è la più grande al mondo e credetemi c’è da perdersi tra le mille bancarelle, food stalls e negozi vari.

itinerario viaggio thailandia
Chinatown Bangkok

Escursioni giornaliere da Bangkok

Possibili escursioni giornaliere da Bangkok sono: le Erawan Waterfalls, il Railway Market a Meaklong e Ayutthaya.

  • Le Erawan Waterfalls sono parte di un parco nazionale tra i più importanti in Thailandia. Si sviluppano in sette livelli che si potranno scoprire durante una camminata di circa 45 min / 1 ora. Ci si può immergere nelle fredde acque delle cascate e rilassarsi..attenzione ai pesci che pizzicano i piedi!
  • Railway Market di Maeklong è un famoso mercato che si sviluppa lungo i binari della stazione di Maeklong. A determinate ore del giorno, il treno passa e tutti i venditori sono “costretti” a togliere la loro merce e bancarella per lasciar passare il treno. L’ho trovato davvero unico nel suo genere e divertente!
  • Ayutthaya è un sito UNESCO e vecchia capitale del Regno di Siam seconda a Sukhothai, fondata nel 1350. Le sue torri reliquia e monasteri sparsi per la città sono segno del suo antico splendore e importanza commerciale per il Paese. Venne distrutta dai birmani nel diciottesimo secolo. Malgrado ciò, il suo fascino è palpabile e personalmente solo un altro sito archeologico mi ha intrigato quanto questo: Chichén Itzá nella Penisola dello Yucatan in Messico. Leggi qui il mio ultimo post sul Messico e la Laguna di Sian Ka’an.

Consiglio per Bangkok: se ci tenete a visitare i Floating Markets dovete farlo nel weekend, durante la settimana non esiste quasi nulla di aperto.

La maggior parte degli spostamenti che ho fatto è stato via bus o minivan partendo dalle stazioni locali di ogni città. Questo mezzo di trasporto seppur scomodo permette di viaggiare per pochi spiccioli e osservare il Paese on the road, che alla fine trovo essere il modo più efficace ed economico.

La Thailandia ha lasciato sicuramente il segno e un giorno spero di ritornarci per poter visitare località che non ho avuto modo/tempo di esplorare. É una meta che consiglio vivamente a chi cerca una vacanza mix tra mare, città e buon cibo asiatico e super spicy.

La vera meraviglia di questo Paese è e sempre sarà il sorriso della sua gente!

Guida turistica consigliata: Lonely Planet’s Best of Thailand – Top Sights, Authentic Experiences.

Per qualsiasi domanda o dettaglio su questo viaggio, non esitate a inviarci una email!

Globe-trotter seriale sempre con la valigia pronta, rincorro il sole ma non solo…non esiste un luogo che non voglia esplorare in tutte le sue sfumature e peculiarità. Amo stare all’aria aperta e cerco di cambiare meta ogni volta che organizzo il prossimo viaggio! Destinazione preferita: Portogallo.

Se ti fa piacere lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.