EUROPA,  local taste,  Portogallo,  VIAGGI

Saudade Lisboa: Una Lisbona a 360°

 

Il mio viaggio in Portogallo mi ha portato a scoprire anche la meravigliosa città di Lisbona. Ricordo esattamente la vista lungo il ponte “Vasco da Gama” in bus dopo 4 ore di viaggio … la stanchezza si faceva sentire, ma la voglia di immergersi tra le sue vie e piazze era ben più grande! Una volta arrivati alla stazione dei bus/treni di Lisbona, abbiamo preso il primo bus disponibile per andare verso il nostro appartamento trovato grazie ad Airbnb.

Per rileggere il primo articolo sul Portogallo clicca qui.

In questa seconda tappa portoghese vorrei raccontarvi questa città attraverso almeno 3 dei 5 sensi: la vista, il gusto e l’udito.

La verità è che il viaggio per quanto lungo o estremamente breve sia, è e sempre sarà un’esperienza da vivere a 360°, dove dobbiamo far sì che mente e corpo si lascino andare verso l’esplorazione di nuove sensazioni o suggestioni che solo la bellezza e ricchezza di un luogo nuovo sa dare.

Vista

Il segreto per assaporare appieno un luogo e scoprirlo nel migliore dei modi è camminare tra i quartieri e lungo le strade. Ed è così che mi sono letteralmente persa a testa in sù nell’osservare le case, i negozi, le vie e le piazze di Lisbona. Ogni piccolo dettaglio la rende unica e riempie gli occhi di una grande bellezza che dà l’impressione di essere stata ancor più magnifica in passato. A me ha lasciato una sensazione persistente di malinconia, che a mio parere, è un tratto che la contraddistingue da tante altre città europee.

Camminare tra i quartieri di Mouraira e Alfama è sicuramente l’esperienza più carica di autenticità e  che dà un vero e proprio sguardo alla quotidianità lisbonese. In particolare il primo quartiere non è considerato così turistico, e ho potuto osservare con calma lo scorrere lento della vita di questa zona della città.

Mouraria si potrebbe descrivere con alcune immagini: i panni stesi dalle case, i vicoli tortuosi, le piazzette dove la gente del  posto si ritrova a chiacchierare durante un caldo pomeriggio di settembre, tascas e come sempre..azulejos! Gli azulejos (piastrelle decorate) che impreziosiscono anche le zone più lasciate a sé stesse della città come questa, danno colore e vita alle case e alle vie!

PIazzetta del quartiere di Mouraria

Alfama è invece la zona più antica di Lisbona. Si trova tra il fiume Tago e la Castello di São Jorge.  Anch’esso è considerato uno dei quartieri più poveri, dove una volta si diceva vivessero i pescatori. Qua si potrà notare un aumento del numero dei turisti attratti dalla particolarità e trasandatezza del quartiere. Non mancano piccole boutique, localini  carini e ristoranti.

A parte i miei due quartieri preferiti di Lisbona, consiglio di dirigersi e visitare il Castello di São Jorge e godersi il panorama della città dai suoi giardini. Nelle vicinanze un altro punto panoramico è il Miradouro da Graça. L’ora ideale è quello del tramonto o tardo pomeriggio per rilassarsi di fronte alla bellezza della vista, magari sorseggiando una buona birra.

Gusto

Di certo non può mancare un’immersione nei sapori e prelibatezze del luogo, e allora vi lascio qualche consiglio su come rimpinzarsi la pancia a Lisbona!

 

Tasca O Trigueirinho in Largo dos Trigueiros, 17A, Mouraria

Vi presento la cucina verace portoghese, è proprio qui che ho gustato piatti semplici ma carichi di sapori, dosati alla perfezione, come la tradizione vuole. I posti a sedere sono pochi come un po’ in tutti i ristoranti tipici chiamati tascas. Non è detto che si trovi facilmente tavolo per questo motivo, ma se si aspetta per una ventina di minuti, il posto arriverà.  La caratteristica più bella è che tutti i piatti vengono preparati con tanto amore e passione da due signore anziane. La loro foto si vede all’entrata del ristorantino. Si possono provare piatti di pesce e carne, consiglio vivamente di prendere la carne a portuguesa. Un secondo squisito! Bonus in più per questa tasca per i prezzi bassissimi, considerato che vengono offerte delle olive buonissime e del pane fresco all’inizio. In media non si spende più di 20/25€ in due.

 

Tasca A Tigelinha in Calçada de Santana, 62

Un’altra tasca a conduzione familiare con prezzi bassi in zona Stazione Rossio. Qui il menù varia di giorno in giorno e di conseguenza la freschezza degli ingredienti è assicurata. I piatti sono semplici ma sempre gustosi. Anche qui dei secondi come carne di pollo e qualche contorno, mi sono piaciuti molto.

 

Pasteleria Pastéis de Belém in Rua Belém 84-92

Che dire della pasticceria storica di Lisbona? Posso assicurarvi di non aver mai provato dolciumi di vario tipo di tale bontà! É molto popolare tra i turisti quindi già verso le 9-10 del mattino ci sono lunghe code fuori dal locale, ma ho notato che chiedendo di sedersi al suo interno, l’attesa è poca.

Qui ho provato i celebri pastel de nata insieme ad un buon cappuccino per colazione, così come altre prelibatezze. La ricetta del pastel de nata rimane tutt’ora segreta e infatti per quanti pastel ho provato in lungo e in largo per il Portogallo, non ne ho trovato altri così buoni.

 

Colazione con Pastel de Nata presso la pasticceria Pastéis de Belém

A Ginjinha in Largo São Domingos 8

In questo caso non stiamo parlando di piatti tipici portoghesi o dolci strepitosi ma di un liquore alla ciliegia. Un’eccellenza di produzione totalmente portoghese nata dall’infusione delle amarene con alcool e zucchero. In questo piccolo bar viene servita su dei bicchierini e bevuta in un colpo solo. Top!

 

LX Factory in R. Rodrigues de Faria 103

Se vi piacciono i luoghi alternativi come a me, allora questo spazio della città poco distante dal Ponte 25 de Abril, non si può dimenticare. Si tratta del quartiere più trendy e moderno, una volta sede di fabbriche appartenenti ad un’importante compagnia che produceva tessuti. É un luogo dove creatività, buon gusto, musica e benessere si incontrano e lasciano spazio ai giovani, ma non solo. Si possono trovare negozietti veramente inusuali, ristoranti vegetariani o vegani, piccoli centri spa e tanti murales e graffiti che danno colore e vita a questo spazio. Qui ho provato un ristorantino che si chiama “Chef Nino” a pranzo con un menù semi fisso a meno di 10€ comprendeva una zuppa fredda di zucchine e un’insalatona molto gustosa. Imperdibile!

LX Factory: O Bolo da Marta

Udito

Vi parlo di una bellissima e significativa esperienza che ho potuto vivere a Lisbona. Dopo una buona cena, mi sono diretta verso la “Tasca do Chico”. Non si tratta di un altro posto dove mangiare, ma di un locale dove, quando calano le luci e il volume alto del vociferare della gente che se la racconta,  inizia la magia. La magia del fado. Il fado è un genere di musica popolare di Lisbona. Ci sono degli strumenti come la guitarra portoguesa che aprono un dialogo con il cantante. Questo tipo di musica il cui significato dal latino è “destino”, racconta con delle melodie mediterranee il sentimento tipico portoghese: saudade. Spesso quindi sono canzoni legati alla sofferenza, dolore o separazione. Per quanto mi riguarda è stato un momento emozionante, soprattutto quando insieme al gruppetto ci siamo uniti a cantare il ritornello e con il resto della folla che riempiva il locale.

Tasca do Chico prima dello spettacolo di Fado

 

Chiaramente ci sono molti altri posti da esplorare a Lisbona, tanti miradouros da cui affacciarsi per riempirsi gli occhi della bellezza della città e attività o gite fuori porta da fare. Nel mio caso, ho visitato la bellissima Sintra a circa mezz’ora di treno da Lisbona. Oltre alla visita del paese, bisogna recarsi al castello o meglio al Palacio da Pena e visitare i labirintici giardini che lo circondano. Sicuramente ciò che lo contraddistingue da tanti castelli è l’incrocio di stili e influenze artistiche dall’arabo al gotico fino al barocco. Oltre al palazzo si possono visitare la Quinta da Regaleira e altri edifici storici che sorgono sulla collina boscosa.

Palacio da Pena a Sintra

Dopo una veloce visita del paese, è quasi giunta la fine del mio tempo a Lisbona. Ovviamente non sarebbe finita qua, ma la città di Porto mi stava aspettando impaziente!

Avete anche voi posti del cuore a Lisbona? Se sì, quali sono? Sicuramente un giorno ci tornerò e vorrò scoprirne di nuovi!

Globe-trotter seriale sempre con la valigia pronta, rincorro il sole ma non solo…non esiste un luogo che non voglia esplorare in tutte le sue sfumature e peculiarità. Amo stare all’aria aperta e cerco di cambiare meta ogni volta che organizzo il prossimo viaggio! Destinazione preferita: Portogallo.

Se ti fa piacere lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.