pensieri dalla malesia
ASIA,  Malesia,  VIAGGI

Pensieri dalla Malesia

Ormai sono trascorsi due e mezzo mesi dal mio arrivo in terra malese. Ricordo ancora appena sbarcata, le sensazioni nel ritrovarmi dopo 13 ore di volo in un luogo così distante da casa, che doveva svelarsi un po’ alla volta.. I controlli sono stati veloci e nel giro di poco ho ottenuto il mio bel visto malese sul passaporto. Tempo di chiamare Grab (versione asiatica di Uber) che avrebbe portato me e i miei compagni nella nostra nuova casa vicino al centro di Kuala Lumpur. Appena uscita sono stata travolta dal caldo soffocante che 365 giorni l’anno fa sì che i condizionatori siano accesi nelle auto, case e negozi 24 ore su 24!

Ma la domanda è: Chissà cosa mi avrebbe aspettata per i prossimi sei mesi di permanenza? Cosa aveva da offrire questo Paese?

Impressioni su Kuala Lumpur

I primi giorni li ho dedicati a esplorare il centro di Kuala Lumpur. Ho capito nel giro di poco che camminare o girare in bici non è un’opzione contemplata da queste parti. Quelle poche volte che si cammina per qualche zona del centro, ci si sente come un pesce fuor d’acqua, perchè davvero nessuno si sposta a piedi. Troppo caldo.

Le Petronas Twin Towers sono il simbolo per eccellenza della città. Sono un’opera d’arte vera e propria. Si ergono con prepotenza nel cuore pulsante della cosmopolita capitale malese a un’altezza di 451.9 metri.  Intorno c’è il KLCC Park dove poter passeggiare, con fontane e laghetti. Alla base delle torri si trova un gigantesco centro commerciale. Le migliori marche  del mondo sono qui.

pensieri dalla malesia

Un quantità pazzesca di gente gira, mangia, compra. Gente veramente da tutto il mondo. Non credo di aver mai visto tanta diversità di volti come qui in Malesia. E questa è una cosa che continua, ogni giorno di più, a sorprendermi e colpirmi. E’ bellissimo come religioni, culture e tradizioni tra loro anche molto diverse riescano a coesistere e integrarsi come in questo Paese.

Per ora ho avuto modo di visitare KLCC, KL Ecopark, Chinatown e Petaling Jaya, Merdeka Square e una delle moschee più importanti e centrali Masjid Jamek, KL Birdpark, la zona di Bangsar piena di ristoranti e locali dove provare cocktails di tutti i tipi e infine le spettacolari Batu Caves. In un prossimo posto mi focalizzerò su  cosa vedere a Kuala Lumpur.

La ricca cucina malese

Parlando del cibo in Malesia, si apre un altro interessante capitolo. Il cibo è davvero fantastico e ancora una volta la diversità e varietà di piatti che si trova, non ha fine. Venite in Malesia e vi assicuro che a qualsiasi ora del giorno si mangia.  Si mangia lungo la strada, nei shopping centre, nei ristoranti.. e la quantità di persone che mangia fuori è certamente di più di quella che mangia a casa!

Alcune pietanze da provare sono: Nasi Goreng, Roti Canai, Curry Mee, Curry Laksa, Hokkien Mee, Maggi Goreng, Mee Goreng, Banana Leaf Rice, Nasi Lemak… e molti molti altri ancora. Ho avuto modo di provare una buona parte di questi e chi più chi meno li ho trovati decisamente gustosi e super saporiti. L’aspetto interessante è che anche nella cucina si riflette questa diversità di popoli che vivono nel Paese. Alcuni piatti sono connessi alla cucina cinese e altri a quella indiana.

Il ruolo della religione in Malesia

La maggioranza della popolazione è musulmana. Questo fa sì che girovagando per il Paese in più occasioni si possono scorgere moschee, ergersi sulla brulla terra dei piccoli villaggi e nelle città. Normalmente è proprio nei paesi più piccoli che viene “sentito” di più l’aspetto religioso. Per esempio, nelle Perhentian Islands e più di pensieri dalla malesiapreciso nell’isola di Perhentian Kecil nel kampung (villaggio) si sente la preghiera tre volte al giorno e bisogna rigorosamente girare per il villaggio interamente coperti (in particolare le donne). Kuala Lumpur invece è molto internazionale e viene sentito meno. Grazie alla forte presenza della popolazione di origine cinese e indiana, è facile trovare templi buddhisti e indù un pò ovunque. Ogni gruppo etnico continua a portare avanti tradizioni, usi e costumi del Paese d’origine e credo che questo sia bellissimo. Ipensieri dalla malesial rispetto e l’apertura di una religione verso l’altra nel continuare a professare il proprio credo in totale pace e serenità, dovrebbe essere da lezione a tutti, sopratutto di questi tempi. Chiaramente, ci sono delle divergenze a livello politico e alcuni gruppi etnici si trovano in una posizione svantaggiosa rispetto alla popolazione musulmana, per esempio quando si tratta di ottenere un mutuo o altre tipologie di benefit. D’altra parte non esiste il Paese perfetto ma in futuro si spera che si possa andare oltre.

Conclusioni

Con questo post, volevo condividere le mie impressioni e sensazioni su com’è vivere in Malesia. Sicuramente si tratta di un Paese interessante e ricco di storia e cultura. Ci sono molto luoghi che si possono visitare ma probabilmente non avrò il tempo per poterli vedere tutti. Arriveranno altri post dove parlerò dei posti che ho scelto di esplorare! Per qualsiasi domanda e curiosità sulla mia esperienza in Malesia, non esitate a contattarmi!

Globe-trotter seriale sempre con la valigia pronta, rincorro il sole ma non solo…non esiste un luogo che non voglia esplorare in tutte le sue sfumature e peculiarità. Amo stare all’aria aperta e cerco di cambiare meta ogni volta che organizzo il prossimo viaggio! Destinazione preferita: Portogallo.

Se ti fa piacere lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.