• EUROPA,  Italia,  VIAGGI

    Napoli: Cosa visitare nel cuore (e non) della città

    Se state pensando di trascorrere un weekend a Napoli, una delle città più belle d’Italia, con questo articolo vi propongo alcuni posti da visitare in un paio di giorni nel cuore, e non solo, della città. Avevo già parlato di Napoli in questo articolo Napoli: tra Castelli e Pizza Fritta senza però dilungarmi molto sui luoghi da visitare della città ma focalizzando l’attenzione su un percorso legato a tre dei più importanti castelli di Napoli. Con questo articolo, vorrei raccontarvi i luoghi che ho visitato in 4 giorni di permanenza, senza fretta, e prendendomi il giusto tempo per godermi le varie attrazioni. Di certo questa lista tralascia posti altrettanto importanti…

  • Israele,  local taste,  Medio Oriente,  Taccuini,  VIAGGI

    Diari dalla Terra Santa – Tel Aviv

    Mercoledì 18 ottobre, Aeroporto di Malpensa. Destinazione Tel Aviv. Erano le 9 del mattino, la compagnia di volo israeliana Elal chiedeva di presentarsi con tre ore d’anticipo. In coda con me e mia madre, gruppi di pellegrini che attendevano di imbarcarsi per la “Terra Santa”, più o meno giovani. Partire per Israele non è così semplice. Ogni passeggero deve sottoporsi alle domande del personale di bordo prima di effettuare il check-in, a volte a ispezioni dei bagagli. Le domande sono di natura generale, personale e logistica. Viaggiare in gruppo con un tour operator è più semplice che soli, in questo caso la ragione del viaggio è presto detta. Viceversa, non…

  • #italiansdoitbetter,  EUROPA,  FOOD,  Italia,  local taste,  VIAGGI

    Napoli: tra Castelli e Pizza Fritta

    La storia di Napoli si respira in ogni via e angolo della città. Ogni quartiere ha qualcosa da raccontare e da svelare che il comune turista, spesso, non vuole notare perché preferisce rimanere tra le vie principali e maggiormente frequentate. Napoli non è come ci si aspetta. É molto meglio. Da un lato può apparire trascurata ma allo stesso tempo viene celebrata come il posto più bello sulla faccia della Terra dagli stessi napoletani, che la amano alla follia. Cos’ho capito di Napoli? Che Napoli è soprattutto la sua gente. Non è solo la pizza o le sue isole, non è il babà e non è tutto quello che pensiamo…

  • Croazia,  EUROPA,  local taste,  VIAGGI

    Dubrovnik in bassa stagione

    Lord Byron la definì “perla dell’Adriatico”, George Bernard Shaw, premio Nobel per la letteratura nel 1925, ne rimase talmente affascinato che la definì “paradiso terrestre”, solo per citare i più noti. La bellezza di Dubrovnik è tanto antica quanto imperitura e molti sono stati i personaggi illustri che sono rimasti incantati da questo gioiello nel cuore dell’Adriatico nel corso dei secoli. Dubrovnik, o Ragusa, venne fondata nel VII secolo dagli abitanti di Ragusa Vecchia, colonia fondata dai greci di Epidauro nel VI sec. a.C. (oggi Cavtat), i quali si arroccarono qui, a Ragusium, per sfuggire alle invasioni degli Avari e degli Slavi. In seguito, la città passò sotto la protezione-dominazione…

  • EUROPA,  FOOD,  LIFESTYLE,  Regno Unito

    Manchester: I quartieri che più amo della città

    Manchester è diventata casa dal gennaio 2017. Credo il peggior momento per arrivare qui. Era così freddo che insieme alla pioggia costante di quei giorni, non lasciava scampo. Uscivi e soffrivi. La prima impressione non è stata delle migliori. Quando ancora la conoscevo poco stavo nei pressi di Piccadilly Gardens, dove ti scontri quotidianamente con situazioni di disagio e con il fenomeno tanto diffuso dell’homeless. A poco a poco, cominciai ad allontanarmi da quella zona, e a scoprire altri angoli della città. Partendo dal Northern Quarter, Ancoats e Market Street fino ad arrivare a Deansgate, alla chic Spinningfields e Castlefield, la città ha (finalmente) cominciato a mostrare i suoi mille…

  • Georgia,  Medio Oriente,  Taccuini,  VIAGGI

    Cronache dalla Georgia – Mtskheta e David Gareja

    Sono un po’ di giorni che dal mio studiolo in Nizami street, a Baku, farnetico su come e quando avrei potuto spingermi fino a Trebisonda, quella seconda volta che andai in Georgia. L’itinerario sarebbe iniziato da Tbilisi, avrei noleggiato una macchina, forse una di quelle jeep sgangherate che i cataloghi dei rental cars locali propinano fieramente a prezzi stracciati, e mi sarei diretta verso Batumi, sul Mar Nero, nell’antica Colchide. Dopo una breve pausa nella mondana località balneare, osannata dai georgiani, altresì nota come la “Las Vegas” della Georgia, avrei proseguito verso Sarpi, al confine con la Turchia. E da lì sarebbe iniziata l’avventura nell’oblio turco, verso Trabzon (Trebisonda), una…